15 settembre 2015

segnali d'amore

Nei miei ricordi d'infanzia era  abbronzata per il lavoro nei campi e aveva riflessi dorati tra il castano dei capelli mossi ed era  sempre sorridente. Quando cambiò casa ci rimasi sinceramente male e anche oggi non posso passare innanzi a quella che era la sua aia, senza pensare a lei, anche se per un attimo.
Mi hanno detto che aveva molti amanti, io mi ricordo infatti che scherzava con mio nonno in modo un po'boccacesco, ma lei si vantava che gli uomini del posto li aveva conosciuti bene. Proprio tutti.

Anche le donne le volevano bene, perchè era una persona generosa, pronta ad aiutare chi stava male, svelta a saltare sulla  bici per  correre dal dottore o in farmacia. Però qualcuna aveva un po'timore di mandare a giocare il proprio bambino nella sua aia  perché dicevano che ai maschi  facesse filtri con il sangue mestruale.
Aveva un marito, sposato chissà con quale criterio, di lui ho solo un vago ricordo, un vecchio contadino assente, stordito dal vino. Ma malignavano che fosse lei a favorire questo vizio in modo da potersi dedicare all'amante del momento. Per un certo periodo ne aveva due fissi che alternava, mettendo sulla  finestra del bagno o una scatola di detersivo Bio Presto, oppure un flacone di spirito, cioè di alcool denaturato, così quando uno vedeva il segnale, capiva che era il suo turno.

8 commenti:

fracatz ha detto...

interessante questo fatto dei segnali, non ci avevo mai pensato, mo' terrò la cosa sotto controllo, perché so' troppo ingenuo, so' sempre stato ingenuo

Lorenzo ha detto...

Segnali d'amore, dipende dalla definizione d'amore.

Mariella ha detto...

L'avrei adorata.

UIFPW08 ha detto...

gradevoli segnali d'amore..
Morris

Ele781 ha detto...

Questa cosa del Bio Presto è fantastica :)

UnUomo.InCammino ha detto...

Una donna potente, sicuramente, quindi libera.
I liberi incutono molto timore al gregge, le libere ancor più.
Mi ricorda, come figura, certe Donne, un po' kurandere, un po' matriarche, un po' Dakini, un po' maghe, un po' libere (e una donna libera lo è anche se non ad iniziare dal sesso) e fiere. Sempre osteggiate, nella storia.
Bella questa donna che hai descritto.

Claudia ha detto...

Un'altra bella storia.
Simpatica anche la storia di questi uomini obbedienti e disciplinati, che accettano di buon grado di attendere che sulla finestra appaia il segnale loro riservato.

unpodimondo ha detto...

Bella storia... da oggi guarderò con altri occhi il Bio Presto e lo spirito nei carrelli del supermercato!!!! Ahahah ;-)