03 ottobre 2015

cosa fare nel giardino d'ottobre

Ma le talee di rosa, c'e'bisogno di dirlo? Se nel corso dell'estate si e'adocchiata qualche rosa interessante ora e'ancora possibile fare delle talee. Io ho fatto un tutorial COME FARE LE TALEE DI ROSA che e'la prima chiave di accesso a questo blog( la seconda e' come essere belle dopo i quarant'anni ) ; personalmente suggerisco vasi di plastica, vasetti, o in alternativa le bottiglie di plastica opportunamente tagliate a meta.
Io quest'anno ho fatto anche....talee di gerani, ieeeeee!
Dato che mia nonna ha dei bei gerani, un po'stazzonati dall'estate africana, ho pensato di molplicarli facendonde talee di circa 8, 9 cm. 
Le talee di gerani sono a prova di scemo facilissime, poi ora il clima ancora relativamente caldo e la pioggia, favoriscono la formazione delle radici. 
Cosa fondamentale nei prossimi mesi, lasciarle in pace!!! Non rompere il belino disturbare la talea mentre sta radicando!!!
Essendo appassionata di talee, in estate ne ho fatta anche una di ECHIUM, che mi fa ben sperare, ma ora e'tardi per farne altre.
Io ho fatto anche un post sulle TALEE in GENERALE, se ci fossero poi altri suggerimenti mi piacerebbe raccogliere nuovi contributi sull'argomento.
In questi giorni ho messo a dimora i bulbi a fioritura primaverile, narcisi e tulipani che ho acquiststato da Floriana Bulbose a Murabilia. Ho piantato anche dei bulbi di tulipani che ho comperato alla Coop, sui quali nutro tiepide speranze.
Ho recentemente cambiato la terra ai vasi dei garofanini che avevo acquistato lo scorso inverno, a seguito delle ripetute annaffiature infatti era esausta, cioe' era rimasto un pessimo terriccio mineralizzato. I garofanini hanno gradito la cortesia, ricominciando a fiorire e dureranno per un bel po'dato che non temono il freddo. Del resto meriterebbero piu'attenzione, perche'sono piantine da fiore tra le piu'durature e hanno un costo modesto.




12 commenti:

fracatz ha detto...

vabbè, mma dai, su, ancora co' 'ste talee
ma tu vuoi mettere la gioia di vedere un limone riprodotto proprio da te con una misera margotta?
e poi gli innesti, insomma, la talea è una stupidaggine, tanto è vero che noi tutti contadini, proprio ora che il terreno è sempre umido mettiamo giù rosmarini, salvie, rose e qualsiasi tipo di pianta che ci piace come normale routine agricola

Nuvola ha detto...

Quindi, sul mio balcone, dici che mi posso mettere i garofanini?

Ne ho uno a nord, qui il clima e' secco (anche se al momento e' nuvolo e piovicchiava, ma e' un caso, qui piove poco) ma anche moooooolto ventilato. Di inverno fa freddo di brutto: sotto zero (anche -10) di notte, poco sopra zero di giorno, anche magari 5 gradi, dove c'e' sole (dove non c'e', resta sotto zero, credo). Se la neve cade copre tutto per un bel po', e infatti le piante grasse, coperte dalla neve, sono sopravvissute che era una favola! (Forse anche perche' io ho dimenticato di dare anche un minimo di acqua, e questa e' stata magari la loro salvezza...).

Inoltre, ho un balcone piccolino a est, quello che ci metto prende il sole la mattina ma, ohimè', statisticamente mi dimentico di annaffiare, ecco, al max mi ricordo di farlo il sabato. Oppure ho la sala dentro casa, bella luminosa, anche se a nord. Pero' d'inverno e' caldo africano, anche a riscaldamenti spenti, l'acqua nei tubi del riscaldamento condominiale e' tale che si muore di caldo e non posso regolare oltre...

Quindi, cosa posso mettere?

Le talee di geranio non so dove farle... (non ce ne sono a portata).

Sara ha detto...

Nuvola ti avevo messo nel blogroll, ma ho problemi con wordpress, non riesco nemmeno a commentare, sigh!
Per il balcone potresti in primis vedere cosa campa sui balconi altrui, -10 gradi e'in effetti un po'impegnativo. Potresti portarti le piante in casa nei momenti piu'critici e portarle fuori quando va meglio.

Lorenzo ha detto...

La talea non è mica obbligatoria. Si possono comprare i semi in bustina su Internet, per esempio questi sono di fiori "perenni", che in teoria dovrebbero essere resistenti alle condizioni esterne:
Fiori

Sara ha detto...

Che bel sito! Pero'certe piante vengono meglio per talea, non c'e'paragone!

Lorenzo ha detto...

Sara c'è qualcuno qui che vive sulla Luna, quindi la talea è un po' difficile. Il seme in busta, ammesso che ci sia un servizio postale sulla Luna, risolvono il problema.

Da bambino per gioco ho comprato delle piante da una ditta olandese, credo fosse la fine degli anni '70, il pacco è arrivato ma poi non ricordo cosa è successo delle cose che c'erano dentro. Le avrò piantate nel momento sbagliato e poi con mezzi inadeguati, sul balcone.

Nuvola ha detto...

Sul balcone dell'appartamento di fronte c'erano bellissimi gerani, ma quest'estate era la prima volta che li ho visti... qui, nessuno oltre a me ha piantine sul balcone. Non so se gli inquilini di fronte (dell'altro palazzo intendo) sono arrivati nuovi quest'anno, e cosa fanno con le piante d'inverno. Osservero'.

Io, al ritorno dalle vacanze, ho trovato le patate un po' "andate", e le ho piantate in terra (quindi ho sei vasi di patate sul balcone... sopravviveranno all'inverno? Boh! La patata che avevo piantato non so quando mi ha fatto una bella pianta, d'estate e' seccata e mi ha lasciato 4 patatine, che ci siamo mangiati con soddisfazione dei bambini!).

Poi abbiamo piantato due semi di limone. Hanno germogliato, ma chissa' come andrà.

Una volta mia figlia ha piantato un seme di mais per fare i pop corn, e' venuta su una piantina bonsai che ha fatto una pannocchina rachitica, esilissima, ma aveva tutti i ciuffetti... io non sapevo cos'era, mia figlia mi ha detto che l'ha piantata una volta di nascosto.

Una volta ho piantato i semi dei peperoni che mi hanno fatto una piantina mini con due peperoncini stra-mini. Erano i peperoni rossi tipici di qui, non piccanti.

Ah, avevo il timo, il basilico, la mentuccia, ma d'estate si e' seccato tutto, inoltre un ciclamino e' durato diverso tempo...

Mi spiace che hai problemi con wordpress... magari cambiare browser? Io ho un Mac e uso Safari. Ma sull'altro Firefox funziona, e (credo) anche Explorer (ma non lo uso mai).

Sara ha detto...

In effetti il ciclamino dovrebbe reggere l'inverno.
In casa potresti tenerti il il pothos in idricultura?

Lorenzo ha detto...

Sara, io non ho Android ma con Chrome su Linux i commenti funzionano.

Due possibilità:
1. in impostazioni - avanzate ci dovrebbe essere un bottone in fondo in fondo per fare il "reset" delle impostazioni ai valori iniziali. In realtà fa il reset solo di certe cose, Odino li maledica, comunque puoi provare.

2. credo che Chrome per Android utilizzi un proxy di Google che comprime le pagine che tu richiedi ad Internet prima di inviartele. In pratica è un aggeggio che si interpone tra te e il sito che visiti e che ha lo scopo di farti risparmiare banda sulle connessioni "mobili". Se cerchi sull'help di Google lo trovi, potrebbe essere che ci sia qualcosa da impostare oppure che si debba disabilitare del tutto, non te lo so dire perché io non ce l'ho.

UIFPW08 ha detto...

.. si è belli sempre, comunque.
Maurizio

Nuvola ha detto...

Il pothos e' questo?

Interessante, non ho mai provato!

Un mio amico scienziato di tanti anni fa era un appassionato di orchidee e violette africane. Le teneva in idrocoltura anche in ufficio e sparse nell'istituto... Era estremamente in gamba.

Comunque, allora mi procurerò' anche violette! (O lo faro' con la primavera, ora vedo).

Grazie ancora! :)

Federica ha detto...

io mi darò ai tulipani :)