05 ottobre 2015

sul canone rai

Allo stato attuale io non ho la tv, ma capisco che il canone rai sia una tassa odiosa, per  ben noti motivi. 
Ora il  fatto che la rai passi una brutta programmazione, non giustifica l'evasione del canone. Insomma le tasse o le paghiamo tutti, o non le paga nessuno.
Poi io so di gente che non paga il canone rai, pero'ha l'abbonamento a Sky.

26 commenti:

Lorenzo ha detto...

Il canone RAI è ingiusto per due motivi:
1. nel 1995 abbiamo votato un referendum che aboliva la proprietà pubblica della RAI
2. io non possiedo la TV, non vedo perché devo pagare una tassa sulla TV, sarebbe come pagare il bollo dell'auto senza avere l'auto.

Da una parte rido alla assurdità del PD, dall'altra mi spaventa.

UnUomo.InCammino ha detto...

Ci sono persone (anche colleghi) che blaterano di diritto (?) alla televisione.
Ovviamente non pagano il canone.
Che l'evasione del canone RAI sia ancora peggio al sud, è indice di mali che si sovrappongono.

E si incazzano come delle belve quando io dico che se non vogliono pagare il canone semplicemente rinuncino alla televisione (con loro non uso il termine scatola inquina-menti perché sarebbe buttare benzina sul fuoco).

Poi se entriamo nella RAI, nella straordinaria capacità di manipolazione delle masse ancora assicurata dalla televisione, ci rendiamo conto perché essa sia considerata tanto importante.

Se metteranno il canone in bolletta elettrica, io che fieramente non possiedo da 15 anni alcuna televisore, mi rifarò evadendo l'IVA per altrettanto denaro.

Affamare la bestia!

Mariella ha detto...

Le tasse si pagano. Se si usufruisce del servizio, chiaro.

fracatz ha detto...

ma noooo
ma come è possibileeeeeeee
uno paga sky e poi non ha la tv
miracolo thajano
bèh, sì, ci fu un referendum e voi sapete che l'immaginifico bobbolo paga fior di autorità che stiano attente a che le regole stabilite dalla famosa carta, la migliore al mondo che io sappia (io la uso da sempre) vengano rispettate e mo' solo Lorenzo si ricorda di quel glorioso evento, persino pannella se lo sarà dimenticato.
Il cantaballe poi mica è scemo, lui ti fa lo sconto di 13 euri, però ne andrà ad incassare almeno 5 volte di più, così ad occhio e croce.
Allora quando dice abbassiamo le tasse e facciamole pagare a tutti il bobbolo dovrebbe appizzà le recchie.
Io comunque ce andrei a risparambià 13 euri, però a livello famigliare, considerando i giovani che vivono da single è una vera debacle.
Er cantaballe pe' esse credibile doverebbe da scenne a 22 euri annui su tutte le utenze elettriche
così ad occhio e croce

Lorenzo ha detto...

Si poi Topo Gigio non dice cosa succede se uno ha due utenze per la corrente elettrica. Paga due "canoni" della RAI? Pensa uno che ha due contratti per la fornitura di corrente e non possiede una TV, cornuto e doppiamente mazzolato.
Viva viva il PD e il Caro Leader.

Alahambra ha detto...

Basta avere un un pc o un qualunque dispositivo mobile da cui è possibile accedere ai contenuti Rai per dover pagare il canone. Mi sono informata bene.
E rubare perché un altro ruba non è in alcun caso una soluzione civile.

Glò ha detto...

Volevo aggiungere quanto scritto sopra da Alahambra :P
Siamo oltre il mero possesso dell'apparecchio come era fino a poco tempo fa ;)
Credo anche io che l'evasione sia sempre da condannare: se si vuole dissentire e cambiare lo stato delle cose, si deve agire nella legalità.
Un saluto! ^^

La Laura ha detto...

finalmente un ragionamento sensato sul canone rai, che scatena energie civili che manco il riscaldamento globale, l'isis e l'infibulazione delle bambine riescono a mobilitare. Robetta! Vuoi mettere il canone rai con sti problemucci di cui non ci frega niente ???? Già Già !

Charlie Brown ha detto...

Io il canone rai lo pago regolarmente.
Però vorrei che non si buttassero via i soldi, sia strapagando i personaggi televisivi, sia facendo concorsi e quiz con premi milionari.
Alla televisione svizzera fanno un gioco a quiz, tutte le sere, dove si vincono al max 21.000 franchi, non sono tanti soldi, ma il gioco è divertente uguale.

Ele781 ha detto...

Io pago l'abbonamento Sky E pago il canone.
La differenza è che i canali sky li guardo, i canali rai no.
Sky posso decidere di smettere di vederlo, disdire e smettere di pagare. La rai no.
E qui la domanda: perchè si chiama canone rai se in realtà è una tassa sul possesso di un sacco di cose?
Non è nemmeno una questione di tv, perchè puoi rinunciare alla tv, ma se hai un computer il canone lo devi pagare...

Lorenzo ha detto...

Vedo con piacere che agli Italiani piace essere schiavi.
Viva il PD, viva il Caro Leader Topo Gigio.

Alberto ha detto...

La BBC ha il canone ma niente pubblicità per le trasmissioni nel regno britannico. Mentre qui da noi c'è canone e pubblicità. Come la mettiamo?

Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

Dunque, il problema serio ed ingiusto del canone è che tecnicamente non lo paghiamo per vedere la Rai ma in quanto si possiede una televisione ossia l'oggetto che serve per vedere i programmi. Il canone infatti lo si paga sulla prima TV comprata. E questo è assurdo, perché allora si dovrebbe per estensione applicare una tassa del genere anche ad una lavatrice o ad una lavastoviglie per esempio. Pertanto la vergogna è che se uno ha una televisione e non vede i canali Rai cmq deve pagare il canone e questo anche nell'ipotesi in cui se li facesse oscurare, cosa oggi assolutamente fattibile senza la minima difficoltà.

Detto questo osservo come inserire dentro la bolletta della luce il canore RAI possa dare adito ad un problema: conoscendo infatti i "nostri" governanti, non escludo che non si prendano certo la briga di vedere chi ha la tv e chi no e quindi potrebbero anche considerare tutti quanti noi possessori di almeno una televisione con il risultato che quindi chi davvero non avesse tale elettrodomestico dovrebbe poi adoperarsi per dimostrarlo pagando però per intanto la somma aggiuntiva. Ora è vero ed assai probabile che molti che dichiarano di non avere tv poi magari hanno sky e la parabola ma questo lo si potrebbe verificare facilmente con un controllo incrociato con Sky.

Sullo squallore del servizio pubblico e sulle ragioni di ciò non dico nulla (salvo rare eccezioni;penso solo a Report in realtà ed a Rainews24) in quanto si dovrebbe poi aprire un dibattito troppo lungo e che mi porterebbe off topic per cui qui mi fermo :-)))

UIFPW08 ha detto...

E' una tassa odiosa è vero e pagarLa pesa davvero pero..meglio se seguita da una programmazione dignitosa di cultura.
Maurizio

unpodimondo ha detto...

Quello che chiamiano "Canone Rai" in realtà è una tassa sul possesso del televisore o meglio di "apparecchi atti od adattabili alla ricezione radioaudizioni televisive". In tali caratteristiche sono comprese non solo le tv ma tutti gli apparecchi contenenti al loro interno un sintonizzatore per radio e/o tv. Un lettore mp3 o un telefonino con sintonizzatore radio FM già obbligherebbero al pagamento del canone. Allo stesso modo anche il possesso di una chiavina USB o scheda per pc con sintonizzatore tv o di un decoder digitale, anche in mancanza di televisione o di un pc a cui attaccarli.
Comunque voglio tanto ridere... Chissà cosa mi succederà visto che a casa mia io sono intestatario del canone tv mentre mia moglie è intestataria della Bolletta Enel.

Anonimo ha detto...

A nessuno piace la contribuzione obbligatoria, ma visto che la Rai appartiene alla nostra classe politica e come pensare che i nostri politici fanno un decreto legge per abbassarsi lo stipendio. Quindi, inutile perdere il nostro tempo su commenti che non portano a niente, a un cazzo di niente. Questa contribuzione obbligatoria esiste perché in passato abbiamo fatto scelte politiche sbagliate, e se è vero che se non ti lecchi le dita godi la metà, è vero se non ti lecchi le ferite non capirai mai un cazzo di niente. Detto questo, a me piace vedere i giornalisti con i loro abiti firmati sul nostro schermo, forse per una scelta di abbinamenti tra camicia, giacca e quasetti ed è giusto che paghi il canone. Per tutti coloro che giustamente non hanno questa mania, ho sentito dire che si può oscurare la Rai. Una sentenza del Tar Lazio la 597/13 dice che se si richiede l'oscuramento della rai nulla è dovuto. Potrei pure approfondire, ma per me non ha senso andare oltre questo tempo. Ciao Sara. .....PJ

Federica ha detto...

siamo il paese in cui fa più figo dichiarare di non pagare una tassa, piuttosto che farlo...

fracatz ha detto...

come volevasi dimostrare nel 1995 il bobbolo thajano spese soldi per fare un referendum in cui stabilì che la rai doveva essere privatizzata (come l'enel, l'eni, le banche etc.. tanto per capirci) e quindi oggi non staremmo qui a parlare di tassa
I suoi degni caporioni ed in specie coloro pagati profumatamente per vigilare sul rispetto della magna carta conoscendo intimamente il nostro amato bobbolo se ne fotterono e così oggi in tutti i talk tv in cui si parla del canone in bolletta non c'è un giornalista, un politico un rappresentatnte dei consumatori che ricordi il fatto del 95 ed il rispetto della volontà bobbolare sancito nella magna.
Questo per dare anche una giustificazione ai commenti ricevuti dal tuo post

diego ha detto...

in effetti mi pare una tassa superata, se deve esistere una tv dello stato sarebbe logico che fosse finanziata dal gettito fiscale generale, se poi avvengono sprechi o altre forme di cattiva amministrazione questo è un altro discorso

credo che i nuovi mezzi di comunicazione finiranno per rendere obsoleta la televisione, già ora quella generalista è per fasce d’età piuttosto alta, le generazioni nuove stanno sul web

il modello BBC, più o meno, è quello che più mi garba

Anonimo ha detto...

Anche nel 93 spese soldi dove il finanziamento dei partiti fu trasformato in rimborso. Quindi nel 2017 verranno finanziati anche con il 2X1000 chi lo vorrà fare e la mancanza di introito destinati alla sanità ect, tocca pagarli a noi tutti. Detto questo: il popolo non vale un cazzo per loro! PJ

Alahambra ha detto...

Sì però siete bellini pure voi. Non sta scritto da alcuna parte che l'esito dei referendum poi debba diventare applicazione pratica. C'è scritto che può, non che deve.
Non è una differenza da poco.

Anonimo ha detto...

Ma può un orologiaio essere colpito col..pendolo? Si, lo si può fare, ma no col..pendolo. Quindi noi siamo tutti degli orologiai, chi è preciso come quelli svizzeri e chi invece usa ancora quelli a carica manuale . Detto questo, noi orologiai utili per fare scorrere secondo ritmi regolare il tempo del Parlamento, non possiamo essere colpiti dal Parlamento col..pendolo. Penso sia di cattivo gusto, ma lo si può fare. NON PENSO CHE SIA UNA DIFFERENZA DA POCO. PJ

Alahambra ha detto...

PJ. Io non ti capisco quando scrivi. Leggo e rileggo ma proprio non capisco l'italiano che usi e concetti che vuoi esprimere. Se fossero geroglifici mi farebbero lo stesso effetto. Mi dispiace.

UnUomo.InCammino ha detto...

> l'esito dei referendum poi debba diventare applicazione pratica. C'è scritto che può, non che deve.

In questa costituzione (con la 'c' minuscola) gli aspetti antidemocratici sono sempre più evidenti. Guardo, stupito, masse di invasati che da mane a sera la glorificano come migliore del mondo.
Mah.

Anonimo ha detto...

Perché ti dispiace? Il dispiacere fa parte di tutti coloro che vivono l'universo fisico perché sono soggetti alle leggi della fisica. Quindi, io e te non facciamo parte di questa legge perché in questo mondo virtuale siamo come degli spiriti e non possiamo essere soggetti a tale legge. Quando scrivo in risposta al tuo commento io non provo niente perché tutti i mie sensi sonno nulli, sensi che fuori da questo mondo virtuale riesco ad acquisirli tutti al 100%. Il giudizio del mio mondo reale fatta da un conoscente mi può fare cambiare, e il dispiacere di questa persona nel vedere che non sono cambiato mi può portare ad un profondo dispiacere. Quindi il tuo dispiacere non ha senso....Ho voluto fare una battuta sull'orogiaio. Colpito, colpendo e con il pendolo. Tutto qui. Non sono riuscito....ahimè! Pj

Marco Poli ha detto...

Hai ragione, Alahambra : bisognerebbe ribellarsi duramente.
Ma se si affronta il Palazzo del Potere da solo, frontalmente, si fa la figura del cretino e il martire per i pavidi che non hanno il coraggio di alzare la testa.
Pertanto, la tecnica di Uomo è l'unica usabile individualmente, in questo Paese : affamare la Bestia.

===

Io trovo la tv minimamente utile per alcuni canali gratuiti in digitale terrestre, fosse per me i canali dall'1 al 7, con tutto il loro carico d'informazione trash e di sporca propaganda politica, avrebbero chiuso da tempo.

===