27 febbraio 2016

A mio padre.

Forse perche'della fatal quiete tu sei l'imago
A me si' cara vieni
O Sera! 
U. Foscolo , Alla sera


Istintivamente avrei voluto afferrarti e tenerti aggrappato alla vita, quasi da condensare in quella stretta tutta la forza che tu hai dedicato a me, da che mi hai messa al mondo. Ma non si puo'.
E ripensavo allora  a noi due in giardino, quando io ero piccola e tu strappavi la gramigna, canticchiando una canzone di Tenco, mentre uno dei nostri gatti, immancabilmente neri,  passeggiava ozioso tra di noi.
Seduta accanto a te, in queste ore, consideravo che stavo vivendo i momenti piu'preziosi della mia vita e che non c'era nessunissimo altro posto al mondo, in cui avrei voluto stare, se non li'accanto a te.
Poi quando e'passato il prete hai avuto voglia di scherzare anche con lui : deve pregare di piu'se vuole che io guarisca!
E passando in rassegna le cose  che mi hai lasciato,  in primo luogo, la tua onesta'. Rime di Dante sparse qua e la'.  E poi che bisogno fare del bene "e non guardare a chi". Il libro dell'Argan che ti sei portato dietro per decenni. Il verso di Foscolo sussurrato presso la soglia di casa in certe sere d'estate, nel riverbero del sole sulle Apuane.  Ma in special modo che devo pretendere da me stessa e non dagli altri.

26 commenti:

Costantino ha detto...

Una eredità etica , che accompagna chi è figlio , fa da scudo, da scuola, da libro che ciascuno deve portare con se.

Nuvola ha detto...

Cara Sara, ti stringo forte.

La Laura ha detto...

Insomma un bravo papà, come non a tutti è capitato di avere !

fracatz ha detto...

che riposi in pace

silvia ha detto...

È morto tuo padre?

diego ha detto...

un caro saluto ad un uomo che non ho conosciuto, ma della cui anima nobile molto intravvedo nella assai bella e colta figliola. Figliola di cui è stato sicuramente, orgoglioso e (siccome sono padre anch’io di bella e colta ragazza, so di che si tratta) anche innamorato di un amore purissimo e grande, che eguali non ha negli altri tipi d’amore

Federica ha detto...

un abbraccio!

Novella Semplici ha detto...

Un caro abbraccio.

Biagioli Alessandro ha detto...

...Vagar mi fai co’ miei pensier su l’orme
Che vanno al nulla eterno; e intanto fugge
Questo reo tempo, e van con lui le torme...ciao Sara un bacio

Lorenzo ha detto...

Mio padre una mattina mi sveglia e mi dice "portami all'ospedale che faccio fatica a respirare", una volta li mi fa "salutami tutti" e dopo poco era morto.

semola ha detto...

... e le secrete vie del mio cor soavemente tieni ...
.... anche a me capita di tornare indietro col pensiero....
... a volte mi pare di rivererlo nel suo orto col cappello di paglia...
.... orto in cui io, studente universitario, non avevo mai messo piede...
.... e che ora curo con tanto affetto....
Un abbraccio

Mariella ha detto...

Ti voglio bene.

Sara ha detto...

Grazie a ciascuno di voi, mi fate bene.
Non esagero, credemi, quando penso che gli sareste piaciuti, perche'avevamo gli stessi gusti!

Alahambra ha detto...

So da relativamente poco cosa vuol dire. Non ho potuto salutarlo e questa mancanza mi rimarrà dentro.
Ti abbraccio Sara e assieme agli altri capisco e condivido.

Sara ha detto...

Grazie Alahambra!

Alberto ha detto...

Un abbraccio stretto.

Vincenzo Iacoponi ha detto...

Mi spiace molto. Mio padre è morto l'anno i cui è nato mio figlio Alessandro, 1970. Son 46 anni ma il dolore per me invece di diluirsi è aumentato. Mi manca ogni giorno di più.
E vengono fuori i ricordi...e vengono fuori volti scoloriti ma dai lineamenti ben precisi...e già so che domani sarà peggio...

Maura ha detto...

Anch'io purtroppo non gli ero al fianco quando ormai 3 anni fa ha raggiunto mamma...non me lo perdono, credo sia bruttissimo morire soli...
Sara, ti abbraccio forte e con affetto...ricorda che tu sei parte di lui, accarezza te stessa...papà lo sentirà.

Claudia ha detto...

Cara Sara, un abbraccio.

viola ha detto...

Ti abbraccio forte forte cara Sara

silvia ha detto...

Non hai mai parlato di tuo padre, è stata una cosa improvvisa?
Mi dispiace, ti abbraccio!

Sara ha detto...

Silvia e'mancato per un tumore ai polmoni che e'stato diagnosticato lo scorso agosto.

Frida ha detto...

Non trovo parole per consolarti, spero che un abbraccio silenzioso dica molto di più. Ciao

nico ha detto...

Sono con te in tutto cara la mia Saretta, anche io quando mancò mio papà ebbi l'irrefrenabile voglia di scrivere qualcosa su di lui e su quello che mi aveva lasciato. Credo che ricordare qui i nostri papà, soprattutto se li abbiamo amati più della nostra vita, sia una cosa bellissima! Ti abbraccio forte forte

Ernest ha detto...

Ciao Sara scusa per il ritardo ti ho scritto... aggiungo qui un abbraccio forte

UIFPW08 ha detto...

Il mio abbraccio forte sempre Sara..
Maurizio