29 maggio 2016

Sul teatro ed altri propositi

Ieri sera ho recitato di nuovo in una tragedia greca, a distanza di 10 anni dall'ultima volta che l'ho fatto.
Credo che quella di ieri sia stata una delle mie performance peggiori, o meglio, non ho recitato come avrei voluto, almeno la prima scena, quella in cui ero il dio Efesto.
Poi spero di essermi ripresa quando facevo l'oceanina (foto).

Mi resta un po'di rabbia, ma anche tanta  indulgenza verso me stessa:ho iniziato questo percorso lo scorso ottobre e con tutto quello che mi e'capitato in questi mesi, arrivare a ieri e'gia'stato un successo!
Adesso mi aspetta un periodo di studio molto intenso, in ogni caso sara'l'ultimo e definitivo, a prescindere dal conseguimento o meno del risultato che otterro'. Almeno, sara'l'ultima volta che studiero'per lavoro, perche' detto tra noi invece mi piacerebbe prendere una seconda laurea o tentare un dottorato in filosofia, cioe'studiare solo per il piacere di apprendere.
In ogni caso, dopo questa fatica spero di essere piu'libera e quindi scrivere un libro di giardinaggio diverso, oppure uno brillante e intenso romanzo generazionale oppure continuare, ma si, a divertirmi scrivendo sul blog!
Grazie a chi mi vuole bene!

9 commenti:

Francesco ha detto...

Qualunque cosa tu faccia fai bene

E non è indulgenza

Maura ha detto...

E io te ne voglio taaanto!
Tifo per te, cara Sara.. a presto e qualunque sia la tua scelta sono sicura che sarà un successo!

diego ha detto...

grande questa faccenda del teatro, sei forte sara

Novella Semplici ha detto...

Bello recitare! Mi piaceva tanto da giovane... L'importante è che tu sia contenta di quel che fai.

Biagioli Alessandro ha detto...

dovevi scegliere una commedia per il ritorno sulle scene ,di tragedie sarzanesi e dintorni ne hai vissute ..e vorrei davvero tanto leggere un tuo libro sul giardinaggio,lo scriveresti nelle notti di luna e sarebbe bellissimo sfogliarlo .ne avrei bisogno di leggere un libro scritto da te ,ultimamente ne scrivono e pubblicano di giardini persone che non hanno nulla da dire,te avresti i tempi giusti da femmina giardinicola vera..lascia perde gli altri progetti scrivi un libro di giardini !

fracatz ha detto...

oh my god
nun t'avranno mica tirato ortaggi?

semola ha detto...

... e noi continueremo a seguirti ...
... se ci renderai partecipi...
... dei tuoi futuri successi...

viola ha detto...

sei troppo speciale Sara!:))))

UnUomo.InCammino ha detto...

O che bella oceanina! :)
'azz che fegato mettersi a studiare cose libresche.
Io proprio non ce la farei dopo una giornata di lavoro, impegni, viaggio, incombenze.
In culone alla balenona!