19 gennaio





La Spezia, Piazza Verdi

Sono  passata lì davanti al cimitero che era buio, come al solito. Non mi pesa più di tanto alzarmi presto, ma il freddo in questi giorni si fa sentire.
Il termometro segnava - 1,50.
Insomma ogni mattina "ti passo davanti" ,  ma stamani è diverso, oggi avresti compiuto 77 anni.
Chissà come sarebbero  stati questi anni che ci sono mancati: ti avrei dovuto proteggere dal covid, ti avrei rimproverato per qualche imprudenza e poi ti avrei portato a fare il vaccino. L'altro ieri ci ho portato Angelo, non ho mai voluto che andasse da solo, insomma ho dato un po'a lui il conforto di avere una figlia e  a me l'illusione di avere ancora padre.
Ieri siamo venute al cimitero e ti ho messo sulla tomba un limone della tua pianta : in quel tuo ultimo giorno  insieme,  nelle tue ultime ore, mi hai raccomandato di prendermi cura della tua pianta di limoni e mi hai messo premura per una questione con la banca, che francamente  era un po'troppo tardi anche per me da gestire. 
Il limone invece è bello, gli somministro un fertilizzante che è il top  e avrei idea di fargli dei piccoli interventi  di manutenzione con l'aiuto di un giardiniere  vero, ma non è detto che faccia da sola.
Nel corso della mattinata ho fatto una cosa per me stessa, non so se mi andrà bene, però ho pensato, mentre camminavo nel sole di piazza Verdi, che essendo il tuo compleanno, era comunque un giorno speciale, non so dire se un giorno fortunato,  ma sicuramente  un giorno di cambiamento.

12 commenti:

Mariella ha detto...

Leggere con quanto amore ricordi tuo padre, mi fa sentire bene.
Spero sia stata una buona giornata, fai qualche foto alla pianta di limoni e mettile sul blog.
Un bacio.

Sara ha detto...

Grazie di cuore Mariella!❤

antonypoe ha detto...

ogni giorno è un'occasione. per vivere e anche per ricordare. tutti ci hanno lasciato qualcosa.
grazie dei tuoi pensieri.
lieto giorno

Franco Battaglia ha detto...

I compleanni delle persone che non ci sono più, e che continuiamo ad amare, sanno essere giorni oscuri e luminosi allo stesso modo. Anche io torno spesso da mamma nel nostro cimitero, lei amava stare ore al sole, ed ora è sottoterra ma col sole che batte tutto il giorno su quel rettangolo, e so che a lei piace così. Un abbraccio!

fracatz ha detto...

ecco perché nelle famiglie si cerca sempre di avere la figlia e se si è sfortunati al primo colpo si continua a provare, provare, provare
oggi però non ci sono più le famiglie di una volta
pace e bene

semola ha detto...

... anche a me la passione per i limoni mi è stata trasmessa da mio babbo, che li ha piantati e innestati ...
... forse per questo ancora oggi me ne prendo cura ...

RobbyRoby ha detto...

un abbraccio.
Un bellissimo e dolce ricordo di tuo papà. Ciao

Frida ha detto...

Invidio la tua capacità di trasformare i pensieri in parole...sei l'orgoglio di tuo padre che ti segue da lassù.

Sara ha detto...

@ Frida grazie, non lo 😍

Tissi ha detto...

Abbraccio immenso 💖

UnUomo.InCammino ha detto...

Il limone è ricco di proprietà salutari. Così hai ricordato a tuo padre che i suoi lavoro e interesse fanno ancora del bene!

silvia ha detto...

le piante che ci ricordano i nostri cari ... il tuo papà sarà orgoglioso della sua figlia!
p.s. che tipo di fertilizzante usi?
perchè anche noi abbiamo un limone, che mio marito tratta come un figlio :)
due anni fa era stato infaso dalle formiche, ogni giorno ne facevo una strage.