13 gennaio 2009

Percorro di buon mattino, a grandi falcate, la strada che delimita il torrente. Camminando non sento freddo, davvero tosto stamattina. Mi trascino dietro il mini-cane Apua, che di sicuro preferirebbe che le nostre passeggiate avessero come meta qualche bar del centro, ove scoccare coccole e salatini dagli avventori, piuttosto che le brume semi-ghiacciate del torrente Calcandola.
Ma io ho voglia di sole e di ossigeno, sono così felice da quando ho smesso di fumare, ma mi costringo e costringo lei, randagetta golosa, a queste scarpinate, perchè devo tenere alto il mio metabolismo, cioè non voglio ingrassare. Diciamo in tutta onestà che potrei anche permettermelo , ecco, ma non voglio! E così cammino.
Che bella giornata di sole! Indosso anche un cappello nuovo, molto chic, che mi da una vaga aria da zarina. Sono truccata e ho le labbra accese da un rossetto rosso-aperol.
Incontro una delle mie adorate vecchiette e mi saluta a gran voce da lontano "Sara! Sara!" .E una volta che mi si è fatta vicino: "Quanto ti ho pensata!" . Le sorrido con il mio rossetto rosso-aperol e il mio cappello nuovo da zarina.
E quella mi offre il buongiorno :"Non ti ho più visto! Pensavo che eri ammalata!".

Tiè!

1 commento:

Sara ha detto...

Ciao "separata dalla nascita", mi sono fatta fuori dalle risate!