15 dicembre 2012

generazioni di uomini (e di donne) a confronto

Quando facevo  le elementari,  andavamo in gita tutti con la corriera e le mamme impazzivano per Julio Iglesias che cantando "Se mi lasci non vale" dichiarava irresistibilmente  "quando ti arrabbi diventi più bella!" (complimento che una donna la stende!) e quindi si giustificava malandrino"quando un uomo tradisce, tradisce a metà...".
Venendo ai giorni nostri, se considero che nel corso degli ultimi mesi la canzone dominante è stata quella in cui Biagio Antonacci si difende dalle lusinghe di una signora "perbene"che cerca insistentemente di sedurlo a una festa di paese :"no, signora, no!" implora il tapino, terrorizzato perchè quella tenta addirittura  di baciarlo! E si giustifica che è gonfio di vino e ha il cuore spezzato "non vivo più senza te", ecco allora mi sa che in questi anni ci siamo persi un po'tutti qualcosa per strada.

6 commenti:

nucci massimo ha detto...

Credo che a gennaio mi verrà paura a visitare Luni
però mi tocca darti ragione anche se penso siano solo canzonette.

Alberto ha detto...

E vedrai quante cose perderemo ancora per la strada che prosegue. Ma ne acquisteremo altre?

Eva ha detto...

Io allora canterei "Non vino più senza te!". Baci cara! E complimenti per i 4 anni!

Anonimo ha detto...

Beh, che il possibile tradimento maschile sia diverso dal possibile tradimento femminile puo' anche starci, senza generalizzare ovviamente. Diciamo che Julio rappresentava l'immagine di uomo affascinante capace di sedurre la donna e che poteva stare nei fotoromanz (che se ci hai fatto caso sono scomparsi). Antonacci e' il maschio coinvolgente di cui ti puoi innamorare e con cui vivere all'insegna della passionalita'. Io da troppo tempo penso che "ai giorni nostri" si trombi meno che "ai tempi di julio", che a quell'epoca la scappatella maschile ma anche femminile fosse magari non socialmente accettata ma molto più' frequente di quanto non si immaginasse.

Francesco slogged

Gianna Ferri ha detto...

Allora io sono coetanea della tua mamma...

Io ricordo anche 33 anni di Julio...

Adriano Maini ha detto...

" E la vita, la vita, la vita l'é bela..." come, guarda caso, mi capita di canticchiare spesso in questi giorni...