28 aprile 2014

invidia femminile

Quando arriverà un giorno in cui non incontrerò  più donne che in ambito lavorativo o sindacale, mi saranno ostili e cercheranno di ostacolarmi additando mansionismi e di squalificare la mia laurea, contrabbandando la loro anzianità di lavoro per professionalità, beh, quello sarà un giorno brutto giorno, perché significherà che non sarò più bella e che sarò considerata   fuori dai giochi.


12 commenti:

fracatz ha detto...

brutti va bene, ma fuor dei giochi giammai. Ben lo sappiamo noi che qui in convento assieme a peppino, nino, giuseppe, la spigolatrice, incuranti del tempo e dell'indivia degli ignavi, ancora ci occupiamo dei destini del favoloso, ma purtroppo immaginifico
bobbolo
thajano

Francesco ha detto...

l'invidia femminile è ben più subdola e profonda

UnUomo.InCammino ha detto...

Spesso leggo di rapporti difficili, ostici, tra donne.

Ernest ha detto...

guarda su quello che succede da me si potrebbe scrivere un libro

Vera ha detto...

Non ti fare imprigionare dagli stereotipi, la guerra è al coltello ovunque, a qualsiasi età e di qualsiasi sesso. Mors tua vita mea über alles.

Giò ha detto...

Beh, secondo me – ma è sensazione ovviamente opinabile - c'è un modo per evitare che si arrivi a quel punto. Penso che le critiche giungano soltanto quando chi le fa ritiene che abbiano un effetto negativo su chi le riceve, dunque, ignorarle, farsele scivolare addosso, attribuirle valore di nulla sotto vuoto spinto, determina che si spengano da sole... gli manca la corrente elettrica, viene meno l'oggetto del contendere! :-)

Biagioli Alessandro ha detto...

la bellezza non passa mai! specilamente quella interiore della quale tu ne sei ricca quindi non ne soffrire dell invidia ,sorridi

Mariella ha detto...

L'invidia femminile è una della cause per le quali noi donne, siamo ancora così indietro rispetto agli uomini.
Invece di fare gruppo ci ostacoliamo. E dire che sarebbe una lezione da imparare proprio da questi ultimi. Che sono maestri.
Non riusciamo ad andare oltre e a vedere la luce oltre la siepe.
E ci perdiamo in quisquilie quando potremmo prendercelo tutto il mondo.

Nuvola Sospesa ha detto...

Appunto, e' tutta invidia.

Non ti far prendere dal desiderio di rivalsa (sempre che non esagerino): sii accorta e continua per la tua strada, di solito chi esagera poi si rovina con le proprie mani.

Primo Junior ha detto...

Quando starai con un uomo che apprezzerà tutto il tuo essere donna, da quel favoloso corpicino che ti ritrovi , a tutto quello che sta dentro, e non ultimo i tuoi vestitini a fiori che ricoprono tanta bontà, penso che tutto ti scivolerà perché il tuo principale desiderio rimane quello di essere abbracciata da lui per poi essere piano piano spogliata come una margherita. Petalo dopo petalo e non avere nessun dubbio sul suo amore.

Vera ha detto...

@ Primo Junior:
Si certamente, Sara in quanto donna vive solo in funzione del riconoscimento maschile e sarà realizzata solo tramite quello.
Come no!

Primo Junior ha detto...

@Vera: Si certamente, Primo vive anche in funzione della sua donna e sarà un piacere realizzarmi tramite lei.Quando per un uomo una donna sta sullo stesso piedistallo, non si ha bisogno di quel ricoscimento maschile scritto da lei....buona serata!