14 febbraio 2016

Save the date, ma anche no.

Io trovo estremamente irritante l'espressione "save the  date" e anche molto abusata. Magari nella cultura  anglosassone ha un significato piu' incisivo, da noi mi pare che venga adoperata per dare tono a una comunicazione di un evento, quando forse si teme che il messaggio  sia troppo debole.

6 commenti:

silvia ha detto...

mai sentita.
l'unico commento che mi viene è fuori contesto.
"save l'astina delle "T"". :)

semola ha detto...

... io trovo irritante l' uso in genere di termini anglosassoni per esprimere concetti che l'italiano può perfettamente definire..... il nostro senso d'inferiorita ....

Lorenzo ha detto...

Mai sentita. Deve essere dialetto spezzino.

Silvia Pareschi ha detto...

Come un sacco di altre espressioni inglesi usate a sproposito...

UnUomo.InCammino ha detto...

Nn sopporto l'utilizzo (quasi sempre a sproposito, cialtrone) di termini inglesi in Italia.
L'inglesano è uno dei molti segni dell'abbruttimento e dell'abrutimento sìglobal.

Marco Poli ha detto...

La lingua inglese ha, comparata con quella italiana, l'indubbia qualità della sintesi dei concetti in un minore numero di caratteri.
Poi, c'è pure il FATTO di una terminologia in lingua nativa delle nuove tecnologie.
Oppure, fate come i francesi : pensate e dite ''calcolatore personale'' ( ordinateur personnel ) tutte le volte, in vece di ''pc''.

Ciao.

===