23 marzo 2017

Il giardino marzolino:attivita', letture, acquisti e lumache!

Cosa fare in giardino a marzo, a parte sudare e prendersi una bronchite catarrosa come ho fatto io, s'intende.
Intanto ho iniziato a seminare i nasturzi, purtroppo i cui semi li ho trovati solo alla Coop, al consorzio invece ho preso i semi girasoli, non quelli normali, ma quelli petalosi, che restano un po'più bassi, perchè ho idea di poterli inserire meglio tra gli altri fiori.  Per ora non li ho seminati tutti, preferisco scalarli in modo da avere una produzione progressiva.

Quest'anno ho seminato direttamente nei vasetti, una scelta parzialmente forzata dalle circostanze e dalla mia pigrizia: io semino poche varietà, utilizzerò anche i semi che ho raccolto lo scorso anno, ma per approfondire  l'argomento con una vera esperta suggerisco  di leggere il blog I fiori di Iaia.   
Tra l'altro Claudia Maggi, cioè Iaia, è tra gli autori del libro Il giardino svelato, testo molto utile per chi deve mettere mano al giardinaggio pratico, calato cioe'nel concreto della progettazione/esecuzione di un giardino domestico. Mi piace questo modo di trasmettere la passione del giardinaggio, basata sulla condivisione dell'esperienza, sullo scambio di semi e piante , con un occhio al passato, perché la terra come è anche nel mio caso, porta la memoria dei nonni, ma sempre con la volontà di sperimentare, perché noi giardinicole siamo animate da instancabile curiosità. 
Le piogge marzoline fanno bene a tutte le piante e favoriscono pure e le talee :in questo periodo si possono continuare fare le talee di salvia, elicriso, rosmarino, evonimo etc. e di tutto quello che si vuole, perché tanto fare le talee è gratis!
Io eviterei però le talee di rose, dato che in questo momento si stanno preparando alla fioritura stagionale quindi meglio non rompergli il belino. 
Approfittando  della promozione alla Coop,vale a dire  fiondandomi come un Guccio Imbratta sulla Nuta di boccaccesca memoria, mi sono procurata due clematidi, messe bene, che faro' arrampicare sugli ulivi che mi riprovo in giardino e ho acquistato pure un lampone, ma si! Nell'offerta della Coop ho preso anche il solito sacco di fertilizzante granulare, che ho somministrato a tutti i vasi, a parte quelli che contengono piante succulente.
Le piante in vaso, si sa, devono mangiare più di quelle a terra, comunque le mie belle dosi di granulato le ho date anche alle piante messe a dimora. Io ho iniziato da un paio di settimane con il geanulato, un poco alla volta e continuerò a farlo fino all'estate inoltrata, le esigenze nutritive tuttavia sono forti adesso che le piante sono in piena ripresa vegetativa e si stanno preparando alla fioritura.
Io credo che poche cose possano turbare, anzi fare inferocire la più irenea delle femmine giardincole, come le lumache e/o chiocciole.  Tra l'altro una volta che palesai  a commento di una foto in rete il mio odio, fui duramente ripresa da un tale che  mi arringò ferocemente ricordandomi che pure esse, sono creature di Dio!
Uno scemo ignorante.
Come qualche sera fa quando mi è stato girato un tweet di un tale che augurava l'imposizione di pratiche sodomitiche da realizzarsi mediante strumenti di legno agli elettori del Pd, a cui ho risposto che non e' mio costume augurare brutte cose a chi ha un'idea politica diversa dalla mia: mi ha mandato 8, 9 messaggi a raffica, fino a che poi non l'ho bannato.
Gente che vuole un mondo migliore e poi augura la morte agli altri.
Tornando alle lumache, che qua abbondano dato che vivo in una zona umida, quest'anno voglio provare a non usare prodotti chimici per eliminarle, ho idea ad esempio di fare delle barriere con la cenere.
Intanto  nottetempo, quando le infami si apprestano a banchettare con i teneri gigli che fanno capolino, a divorarmi gli attesi hippeastrum, ad eliminare i fiori dei miei adorati iris, ho preso l'abitudine di raccoglierle e di portarle in un campo incolto dove spero ci siano ricci e rospi  che facciano il lavoro sporco!

10 commenti:

Lorenzo ha detto...

Pensa che se ti fidanzi con UCoso prima o poi si ripropongono le pratiche del "tweet". Io agli elettori del PD auguro di avere l'epifania, prima o poi e di resistere al successivo bisogno di porre fine alle proprie sofferenze. Che io non so cosa sia un "tweet" quindi me l'immagino soltanto. Comunque rimango della idea che l'unica ragione per "giardinare" sia coltivare piante eduli.

Ernest ha detto...

basta fare un giro sui social e si vedono commenti di tutti i tipi... i leoni da tastiera che dicono le peggio cose e poi magari vanno in chiesa o in qualche corteo per la pace.

Alahambra ha detto...

Adoro le chiocciole tanto da averle fatto tema di collezione *.*
Se avessi un orto le lacerei molto in pace e nel giardino davanti a casa le lascio libere di pascolare a loro piacimento. Le sposto solo quando sono in mezzo alla strada e rischiano di farsi spiaccicare. Belle le chiocciole *.* e pure lumachine lumache e lumaconi *.*

La Laura ha detto...

Anche le cellule cancerogene sono creature di Dio ... vedesse un po'

La Laura ha detto...

Anche le larve, i pidocchi, i ratti, persino la merda. Maledetti estremisti del caz..

Claudia ha detto...

Sara, sei sempre gentilissima, grazie! ❤
Gentilissima non solo con me, anche con chiocciole e limacce, che tu traslochi e io sopprimo.
Anche a me piacciono le chiocciole e le ho allevate diverse volte per compagnia, hanno deposto uova e si sono moltiplicate nel terrario, le portavo con me anche in vacanza, ma nell'orto è un'altra cosa. O loro o le piante, occorre scegliere.

Novella Semplici ha detto...

Almeno a me le clematidi stanno dando grande soddisfazioni! Quest'anno ho comprato (alla coop) i lupini macinati, concime naturalissimo che apporta azoto. Lo sperimenterò non appena la mi pigrizia mi consentirà di distribuirlo nei vasi.

Nuvola ha detto...

A me le lumache (ovvero, le "chiocciole-senza-guscio") mi fanno impressione/disgusto.

La soluzione di dare le chiocciole da mangiare a chi le mangia (uccelli, mammiferi, etc) è giustissima!

Mio fratello anche adora mangiare le chiocciole (cucinate, eh! Mia madre le sa fare) e allora aveva progettato di piantare roba verde apposta (insalata, ...) per nutrirle e farle moltiplicare (in una cosa come 2 metri quadri di terreno). L'ha fatto solo un'estate, non mi ricordo come fosse andata, comunque un po' di chiocciole le abbiamo mangiate (fatte tipo spezzatino) e, se ci penso, erano anche buone... ma vederle e pensare a cosa sono mi fa davvero impressione!

viola ha detto...

Questo post mi ha dato un'ottima idea Sara! Quella delle clematidi attorno all'ulivo, lo farò! La Lidl propone in questi giorni delle clematidi, che si, non sono un granchè, ma possono funzionare:)

Claudia ha detto...

Non so se sia ancora così, ma fino a un paio di anni fa le clematidi Lidl erano famose per non uscire mai del colore promesso.
Ne discutevamo spesso via mail... A te come è uscita la Miss Bateman? Ah... era una Niobe. Ma va? Io ho preso la Niobe ma ha fatto dei fiori rosa, chissà cos'è...
Sarà che a me i fiori piacciono tutti, e mi piacciono anche le sorprese, mi sono ritenuta ugualmente soddisfatta.