L'ultima arrivata di venerdì d'agosto.


Al solito guido passo molto tempo in auto, al di là del caldo, il riverbero del sole mi cuoce a puntino, tant'è che invece della crema giorno, metto un protettivo solare.
Eppure il tempo mi segna il volto e mi scoccia dirlo, ma è anche lo stress. Apua , la mia volpina adorata, mi sta lasciando: a meno di imprevisti, è questione di tempo, non si regge sulle zampe e io cerco di aiutarla, ma non ero preparata a vivere la sua infermità,a supportarla tanto meno sono preparata a staccarmi da lei, 
 tuttavia  confido che il veterinario sappia indicarmi  il momento.
Però è dura pensarci!

In questi giorni sto riflettendo sulle tipologie morali degli elettori di diversa fede politica e mi veniva in mente un tipo che conosco, il quale si professa fascista e io per educazione non  ho chiesto di elencarmi il fondamento storico della sua fede, poi però ha votato entusiasta il sindaco grillino di Carrara, benissimo.  
Però sono mesi che è in malattia, o come diciamo noi in mutua, anzi è in infortunio, il che non gli impedisce dunque di presenziare a cene, aperitivi, notti bianche etc.giustissimo. 
Il diritto alla malattia, il riconoscimento dell'infortunio, giustissimi. Ma mi piacerebbe sapere cosa ne potrebbe pensare il suo duce.
L'ultima arrivata è "lei", la tracollina di Lancetti comperata oggi. Mi è successo quello che mi è capitato già in passato, cioè sono andata a comperare una borsa da regalare - una splendida neo laureata - e ho visto questa e come mi  capita sempre  con le borse, ma credo capiti a tutte le donne amanti delle borse, è stato subito un colpo di fulmine. L'ho pagata meno di 20 euro, perchè era al 50% da Scarpe & Scarpe.
Mi sono fatta un impacco ai capelli d'olio di semi di lino, in previsione di una serata  in cui porterò mia mamma alla festa di una parte del Partito,anche se non è la mia, perchè da  il Pd notoriamente ha molte anime e bisogna tenere aperto il dialogo. Chi può deve farlo.


13 commenti:

Lorenzo ha detto...

"In questi giorni sto riflettendo sulle tipologie morali degli elettori di diversa fede politica ..."

La riflessione dovrebbe cominciare dal dato di fatto che il suffragio universale consente di esercitare il voto agli idioti, nel senso etimologico del termine, cioè persone che non sono in grado di partecipare alla vita pubblica.

Questo non solo significa che moltissimi elettori sono idioti, a questo proposito teniamo sempre presente che il 70% degli Italiani è analfabeta funzionale, compreso molti laureati, significa anche che gli eletti possono essere e quindi sono, ugualmente idioti. Infatti un eletto nella nostra democrazia rappresentativa è perfettamente omologo ai suoi elettori. Una volta c'era la "selezione" dei partitoni, però operava a salire, quindi c'era un vertice, quadri intermedi, bassa manovalanza e poi c'era la "base" di servi della gleba. Peppone diventa senatore per meriti di militanza.

Ora, siccome il Fascismo era emanazione della figura carismatica di Mussolini applicata sopra una aggregazione di reduci, quando egli declinò, il Fascismo declinò, quando egli mori, il Fascismo morì con lui. Oggi i "Fascisti" non possono che essere nostalgici della figura carismatica di Mussolini, non ci può essere niente altro perché non c'era nemmeno nel Ventennio e siccome Mussolini non resusciterà, ugualmente il Fascismo può essere solo nostalgia ed eventuale ripetizione di gesti stereotipati, tipo una messa, non si può proiettare in avanti, concepire qualcosa di nuovo.

Il "Fascismo" però è diventato una figura retorica che somma e raccoglie qualsiasi cosa si distingua o si opponga prima al Comunismo del PCI e poi al "sinistrismo" confuso delle successive trasformazioni e fusioni con parti della DC. Si definisce per quello che non è più che per quello che è. Quindi oggi ci sono gli "AntiFa" ironicamente in camicia nera che "combattono il Fascismo" senza riuscire a trovarlo da nessuna parte, con loro somma frustrazione. Non mi diffondo sulla storia di tutte le mistificazioni, le balle, i paradossi di 70 anni di Repubblica e di Mondo.

Penso che tu, Sara, conosca la mia descrizione delle categorie della "Sinistra" quindi non ti annoio.

Francesco ha detto...

vabbè, ma è ovvio. grillini e gente di destra sono il peggio del peggio d'Italia. i loro elettori prima dei loro eletti, che sono persino meglio guarda un pò.

La Laura ha detto...

Apuina ❤️

ilcuorecomeilmare ha detto...

Il suo Duce, quello del suo amico, fu colui che l'aveva già pensata ed attuata in favore dei lavoratori ammalati o infortunati attraverso le importatissime migliorie di un sistema sanitario, messo già su dai Borboni, e costituito poi su base nazionale, e che andò avanti così sino al 1978 quando fu istituito dal SSN. Per la cagnolina, so bene cosa si prova, ne ho accompagnate ben tre nella fine dei loro ultimi minuti di vita e pure con degne sepolture. L'ultima appena un anno fa. E' straziane, ma dentro ti porti e regali pure alle persone il loro amore.

Vera ha detto...

Mi spiace per Apua e per te, è pesante dover scegliere il momento, lo so.

Mark Renthon ha detto...

Il M5s è una emanazione della sinistra che serve a togliere voti al centro-destra. Il problema è farlo capire al "fascista"..

viola ha detto...

Dolce Apua. . Come passa il tempo

Lorenzo ha detto...

Mark, tocca esaminare il concetto di "fascista".

In origine "fascista" erano le Camicie Nere, in maggioranza reduci della Grande Guerra che vedevano nel "movimento" di Mussolini le solite cose che vede il "militante" della "sinistra" nel Partito, ovvero, l'idiota ci vede promessa e garanzia di lavoretto e pensioncina, il mai cresciuto ci vede occasione di fare casino e il furbetto ci vede opportunità di carriera.

Tocca fare un altro passo indietro: il termine "sinistra" in origine indicava la rappresentanza della Borghesia, il contrario dell'uso corrente che dipende da una mistificazione operata dai "Comunisti" o "marxisti-leninisti". Quando i Comunisti hanno egemonizzato la "sinistra" e quindi si sono inventati la Dittatura del Proletariato, poi diventata Dittatura Operaista, la Borghesia si è trovata senza rappresentanza.

Mussolini, oltre all'idea futurista di modernizzare l'Italia facendola passare dalla guerra e sostituendo l'aristocrazia imbelle con i reduci, si propose come rappresentante della nascente e incerta Borghesia italiana sostituendo la Lotta di Classe marxista con una sorta di "paternalismo" corporativo (che non era tanto diverso dalla "concertazione" dei sindacati attuali). Il Ventennio fu una specie di "rivoluzione borghese" che portava l'Italia fuori dalla arretratezza rurale tramite una specie di tardiva "rivoluzione industriale".

Quando Mussolini fu eliminato sommariamente da certi "nonni con la pipa", col Fascismo moriva la rappresentanza della Borghesia italiana. L'occupante americano aveva allora due interlocutori e un problema. I due interlocutori erano la Mafia al sud e la Chiesa al centro-nord, il problema erano le milizie comuniste che avevano l'idea di separare l'Italia del Nord e realizzare un altro regime comunista di ortodossia sovietica. Da li l'idea della DC, col patrocinio della Chiesa e la supervisione della CIA.

Avanti veloce, oggi il PCI e la DC sono confluiti nel PD. La Borghesia con la casa sopra la fabbrichetta non può votare PD, magari i figli si. Ma in sostanza oggi la Borghesia è una volta ancora non rappresentata. Il "borghese" non sa chi votare. Il "centro destra" e una roba nebulosa con dentro la mummia di Berlusconi, Salvini che non ha lo spessore di Sandro Giacobbe (cit. Elio) e un sacco di mezze figure e mestieranti. Il movimento di Grillo in qualche modo ha ripercorso i passi del Fascismo mussoliniano, ovviamente senza la parte del futurismo e dei reduci. Perderà il consenso della Borghesia quando diventerà palese che non ha la capacità di rimettere in scena una "rivoluzione borghese", di modernizzare l'Italia come fu nel Ventennio.

Quanto al fatto che gli elettori del movimento di Grillo siano vagamente "di sinistra", nel senso PCI della parola, è un connotato di quasi tutti gli Italiani, data la potenza, insistenza, capillarità del lavaggio del cervello fondato sulle "ideone" di Gramsci. E' un riflesso condizionato inconsapevole.

UnUomo.InCammino ha detto...

La fede in politica conduce a grandi disastri perché assolutizza e decontestualizza.
Crea assoluti positivi o negativi che, cambiando il contesto o tempo, epoca, cambiano segno.
E' la morale resa politica.
E sappiamo che le vie per l'inferno sono lastricate delle migliori, morali, intenzioni.
A questo si aggiunge la componente settaria del "noi siamo giusti perché noi e voi non siete un cazzo perché voi".
Insomma, in questa dimensione si sommano vari fattori sinergici del tutto irrazionali.
Lo sfascio, la frantumazione sociale e il piano di portare la deflagrazione sociale e quindi la guerra civile da parte dei sinistranti moralisticheggianti sociorazzisti con il sostengo, reale ed apologetico, all'invasione migratoria meticciante, è proprio un caso lampante di questa via verso l'inferno realizzata da fanatici invasati.

Si creano poli duali, come i fascisti anti e i fascisti, con i secondi che sono come i primi ma, essendo dissimulati, molto più pericolosi, come tutti i pericoli dissimulati.

Lorenzo ha detto...

UCoso, sarebbe bello che tu scrivessi in maniera più comprensibile. Gli "assoluti" non possono avere segno positivo o negativo, per dirne una, quindi che minchia volevi dire?

Aggiungo, tu hai questa idea tua personale che ci sia qualcosa di positivo nell'infrangere la "morale" o, viceversa, che la "morale" sia una costrizione immotivata e che quindi sia necessario infrangerla. Anche questo è un retaggio "sessantottino" fondato su una mistificazione del linguaggio. La "morale" significa propriamente "il modo di fare le cose" con riferimento a quello che ti ho ripetuto più volte che nella antichità l'ideale era la "moderazione" e l'anti-ideale era l'eccesso.

La tua "anti-morale", se ti astrai dalla tua sfera personale che non interessa in questa sede, si concretizza nella anti-socialità. Facciamo il caso dei 10 comandamenti, tipo "non rubare" o "non desiderare la donna d'altri", "onora il padre e la madre", noterai che sono l'ABC di qualsiasi comunità umana e se invertiti, sono l'ABC del codice penale.

@enio ha detto...

ragazza mia più che brava tu mi sembri bravissima, anzi quasi una santa

semola ha detto...

... ti capisco, anche la mia Lulù sta peggiorando...
... su Carrara anch'io ho votato 5 stelle e non mi sento fascista ...
... ma solo stufo di un trentennale governo di pseudo sinistra che ha portato Carrara allo stremo...
... tu stessa in un post di qualche tempo fa, a cui io ti risposi piccato, ti lamentavi delle condizioni di abbandono della città...
... non considerando che da 30 anni è stata governata da quel Pc, Margherita, Pd che tu tanto difendi...

diego ha detto...

hai gusto nelle borse, e in tutto il resto